Disciplina Yoga

chakra e nadiAsana, pranayama e meditazione

La disciplina yoga proveniente dalla tradizione indiana è molto antica ed insegna le tecniche per acquisire una profonda conoscenza del corpo e della mente, migliorando la salute e la longevità dell’individuo ed accrescendo la consapevolezza del sè.

La parola Yoga deriva dalla lingua sanscrita e significa “Unione“, sta a rappresentare l’unione del corpo e della mente, l’unione del microcosmo (l’essere umano) con il macrocosmo (l’universo tutto),  ma sopratutto l’unione con la parte divina che è in ognuno di noi. Dunque lo Yoga è uno strumento per creare armonia ed equilibrio tra il corpo, la mente e lo spirito.

Secondo la filosofia tantrica, propria dello yoga, l’essere umano è costituito da un sistema sottile di centri energetici (chakra), e canali (nadi) in cui fluisce l’energia vitale (prana).  I principali chakra sono sette e sono situati all’interno della colonna vertebrale dal perineo fino alla sommità del capo. Spesso i chakra sono assopiti o inattivi, questa condizione genera blocchi energetici che minano lo stato di benessere psico-fisico. Ma con la pratica dello yoga si agisce sia sul piano fisico che sul un piano energetico, stimolando e riequilibrando ogni chakra e lasciando che l’energia vitale scorra libera in tutto il nostro corpo.

Grazie ad una costante pratica si ottengono effetti benefici per la salute dell’intero organismo, riequilibrando il sistema psico-fisico, neurovegetativo ed endocrino.

Il saggio Patanjali, considerato il “padre dello yoga” grazie alla sua opera magna Yoga Sutra, tratta i fondamenti dell’antica disciplina illustrando gli “8 rami dello Yoga”, ovvero una serie di linee guida per purificare il corpo e la mente, in grado di portare il praticante sino al raggiungimento dell’illuminazione:

    • Yama – le astensioni (non violenza, sincerità, onestà, continenza sessuale, non avidità nel possedere)
    • Niyama – le osservanze (purezza, appagamento, fede, studio del sè, abbandono al divino)
    • Asana – le posture yoga che potenziano la struttura corporea
    • Pranayama – le tecniche respiratorie per aumentare l’energia vitale
    • Pratyahara – il ritiro dei sensi dal mondo esterno, il distacco dalla realtà
    • Dharana – la concentrazione
    • Dhyana – la meditazione
    • Samadhi – l’illuminazione

Dunque oltre alla pratica delle posture, lo yoga tocca ogni aspetto della quotidianità diventando per l’allievo un vero e proprio stile di vita: dall’atteggiamento che si ha nei confronti della vita, alla cura e al rispetto per se stessi e per gli altri, dal tipo di alimentazione che scegliamo, alla spinta verso una costante ricerca interiore.